SUTRI-VILLA FARNESE A CAPRAROLA TOUR 1 GIORNO.

SUTRI-VILLA FARNESE A CAPRAROLA TOUR 1 GIORNO.

SUTRI-VILLA FARNESE A CAPRAROLA TOUR 1 GIORNO. DALL’ANFITEATRO SCAVATO NELLA COLLINA E IL MITREO SOTTERRANEO AL PALAZZO-FORTEZZA E VILLA DELLA CORTE DEI FARNESE A CAPRAROLA.

Per ogni info e per prenotare il Tour contatta Guide Ufficiali per la Provincia di Viterbo! Esperte e specializzate per ogni tipologia di gruppo, anche in lingue straniere.

+ 39 3284248738 via email: info@artinvistaguideviterbo.com

Sutri è il paese del mitreo sotterraneo e dell’anfiteatro romano interamente scavato nella roccia. Un mitreo che mantiene tutte le caratteristiche dei luoghi del culto mitraico e che, fu adibito al culto cattolico. Pregevoli gli affreschi del secolo del XIV rappresentano la leggenda legata alla fondazione del Santuario di San Michele sul monte Gargano e una processione diretta allo stesso santuario.

Al borgo la Cattedrale di Santa Maria Assunta conserva ancora il bel campanile della chiesa consacrata nel 1207 da papaInnocenzo III. Da non perdere: il pavimento cosmatesco, la cripta ad oratorio, la tavola del Redentore del sec. XII. Tavola che riproduce l’immagine dell’Acheropita che si trova a San Giovanni in Laterano. La statua di scuola berniniana della patrona di Sutri, Santa Dolcissima.

A Caprarola si addentra in un’opera tra le più importanti dell’Europa del Rinascimento: il palazzo pentagonale con il cortile circolare e i monumentali giardini. Ci si trova immersi nel verde dei Colli Cimini, a due passi dal lago di Vico. Si va ad esplorare i segreti del palazzo disegnato da Jacopo Barozzi da Vignola, costruito su una fortezza preesistente del primo Rinascimento.

Si vedranno delle estesissime superfici di affreschi realizzati dai pittori più grandi dell’epoca: la seconda metà del secolo XVI. Si fa un viaggio tra sacro e profano, ricchezza e potere di una delle famiglie più importanti d’Europa delXVI secolo.

Giardini Bassi ed i Giardini Alti sfruttano la zona boscosa della collina, alle spalle del palazzo.

Si ammirano una sequenza di fontane monumentali con giochi d’acqua e la Casina del piacere, residenza estiva del cardinale Alessandro.

Tutt’attorno alla casina affrescata si estendono labirinti di bosso con fontane e sculture scolpite da Pietro Bernini (1562-1629). Padre di Gian Lorenzo.

I Grandi Giardini furono disegnati dal Vignola, ma il primo esecutore ne era Giacomo del Duca (1520-1604). La Casina del piacere fu realizzata da Giovanni Antonio Garzoni (1537-1596).

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
1