Visita guidata TARQUINIA e VULCI

Visita guidata TARQUINIA e VULCI

Visita guidata Tarquinia e Vulci.

Entreremo nel mondo affascinante degli Etruschi attraverso le tombe dipinte della Necropoli di Monterozzi a Tarquinia, documenti unici perché fonti dirette che raccontano la vita quotidiana degli abitanti di Tarchna, la Tarquinia etrusca. La Necropoli contiene una ventina di tombe sotterranee scavate nella roccia, fatte ad imitazione della casa etrusca, con pitture murali eccezionalmente conservate, risalenti dal VI secolo a.C. al II a.C. Percorreremo insieme le scene colorate, vedremo come si vestivano gli uomini e le donne nelle varie epoche, quali erano le loro usanze, quali culti religiosi praticavano, cosa presero dalle culture del Mediterraneo orientale. Verremo a conoscere la loro concezione sulla vita e sulla morte, la loro visione dell’Oltretomba. Sono tanti i temi che tratteremo, tra cui la scoperta delle tombe del Monterozzi, la tecnica delle pitture, la loro evoluzione, aspetti di conservazione e di restauro. Le scene di banchetto, di danza a suon di musica, le scene che ritraggono degli spettacoli di giocolieri risalgono dal VI fino alla metà del V secolo a.C., il periodo di maggior splendore delle città etrusche, così di Tarchna. In epoche successive di decadenza, come durante il periodo delle guerre con Roma, nelle pitture non appaiono più volti sorridenti, ma rispecchiano un cambiamento di stile e la decadenza economica e politica della città etrusca.  La visita prosegue al Museo Nazionale Etrusco di Tarquinia ospitato nel centro storico di Tarquinia, al pre-rinascimentale Palazzo Vitelleschi, ultimato nel 1439. Il Museo di antichità etrusche tra i più importanti dell’area del Mediterraneo espone dei ricchi corredi funerari rinvenuti nelle necropoli situate attorno a Tarquinia, bronzi finemente lavorati, ceramiche pregiate, buccheri, gioielli in oro, sarcofagi scolpiti in pietra recanti scene ed iscrizioni in etrusco. Interessanti i reperti provenienti dal c.d. piano della Civita, situata sulla collina dell’antica acropoli etrusca, tra i quali spiccano i famosi Cavalli Alati in terracotta, risalente al IV secolo a.C.

 Nel pomeriggio trasferimento a Vulci e visita guidata. Vi ricordo che il programma delle visite guidate è modificabile. Non esitate a contattarmi al num.cell. 3284248738 oppure inviatemi un’email: info@artinvistaguideviterbo.com

Faremo una visita appassionante nel Parco archeologico di Vulci, immerso nel paesaggio suggestivo della Maremma Laziale. Il percorso dell’antica città etrusca di Vulci (Velch?) – che cominciò a fiorire alla metà del VII secolo)- e poi romana, comprende resti della cinta muraria, delle porte urbane, l’antica strada basolata, lungo la quale è possibile vedere gli antichi luoghi di culto, e le ricche dimore private. Le tappe principali dell’itinerario sono quanto segue: Porta Ovest (sec. II a.C.) – l’area del Foro con il Tempio Grande (sec. VI a.C.-IV a.C.) – la Domus con Criptoportico (sec. II a.C.) – il Mitreo (sec. III a.C.) – il Sacello di Ercole (sec. III a.C.- II d.C.) – Porta Est. Su prenotazione è inoltre possibile visitare la tomba gentilizia etrusca più importante dell’area, situata nella necropoli orientale, la famosa Tomba François, appartenente alla famiglia vulcente dei Saties, una delle più grandi famiglie aristocratiche della Vulci del IV secolo a.C. E altrettanto possibile visitare il Museo Nazionale ospitato nel Castello della Badia. La raccolta del Museo, che viene riaggiornata per la stagione primaverile del 2016, presenta i ricchi corredi delle Tombe di Vulci, in un percorso organizzato in ordine cronologico, dall’epoca più antica (III millennio a.C.) fino ai reperti archeologici di epoca romana, attraverso i pregevoli vasi etruschi in bucchero ed i raffinati vasi greci figurati.

VISITE GUIDATE PER GRUPPI ADULTI E SCUOLE con Guide Turistiche Autorizzate per la provincia di Viterbo

Per prenotazione e info  al 328 4248738 oppure via un’email info@artinvistaguideviterbo.com

Like
Like Love Haha Wow Sad Angry
11

Leave a comment